Bassaniana


Saggistica, editoria per l’Università

Giorgio Bassani in redazione. Il carteggio con Italo Calvino (1951-1966)
a cura di Cristiano Spila


Giorgio Bassani in redazione. Il carteggio con Italo Calvino (1951-1966) ISBN: 9788896117859
PAGINE: 112
PREZZO: € 15,00
FORMATO: cm 15 x 21
COLLANA: Bassaniana
DATA DI PUBBLICAZIONE: aprile 2019
Leggi le prime pagine (in pdf)


Nell'ambito delle iniziative per il centenario della nascita di Giorgio Bassani, sotto l'egida della Fondazione Giorgio Bassani e sotto la direzione scientifica di Paola Italia, vengono proposti all'attenzione dei lettori alcuni dei più importanti carteggi emersi dall'Archivio dello scrittore ferrarese. Si tratta di interlocutori importanti che saranno via via pubblicati in questa collana, come Giuseppe Dessí, Italo Calvino, Franco Fortini, Attilio Bertolucci e l'amico e critico Claudio Varese, con cui Bassani intesse uno scambio vivace e profondo, che lo porta a rivelare molti aspetti di sé e della sua opera finora sconosciuti.


Nei primi anni Cinquanta Giorgio Bassani, redattore della rivista «Botteghe Oscure», era una figura piuttosto nota nell’ambiente letterario. Italo Calvino gli scrisse e riuscì a pubblicare sulla rivista uno dei suoi primi racconti, La formica argentina. Da quel momento, e fino alla metà degli anni Sessanta, la loro fu un’amicizia tutta letteraria: Calvino segue come redattore dell’Einaudi la prima raccolta narrativa di Bassani, Cinque storie ferraresi, mentre Bassani pubblica su «Botteghe Oscure» il primo racconto lungo di Italo Calvino, La speculazione edilizia.
Le lettere qui raccolte – annotate e commentate da Cristiano Spila – non rappresentano solo uno spaccato dell’attività svolta dai due scrittori nelle rispettive case editrici (Giorgio Bassani sulla rivista «Botteghe Oscure» e in Feltrinelli, Italo Calvino all’Einaudi), ma gettano una nuova luce sul clima intellettuale dell’epoca e sul laboratorio creativo di due protagonisti assoluti della letteratura del Novecento.


Cristiano Spila (Roma, 1968) è insegnante e membro della Fondazione Giorgio Bassani. Oltre a vari interventi e articoli, ha curato l’edizione degli scritti ambientalisti di Bassani, Italia da salvare (Einaudi, 2005; Feltrinelli, 2017) e la riedizione del capolavoro bassaniano, Il romanzo di Ferrara (Feltrinelli, 2015).