Miscellanea


Saggistica, editoria per l’Università

Gerardo Rigozzi, Luca Saltini (a cura di), «Dans l'ivresse». Manoscritto segreto di Gabriele d'Annunzio


«Dans l'ivresse». Manoscritto segreto di Gabriele d'Annunzio ISBN: 9788896117361
PAGINE: 128
PREZZO: € 12,00
FORMATO: cm 15 × 21
COLLANA: Miscellanea
DATA DI PUBBLICAZIONE: settembre 2013


La Marchesa Luisa Casati Stampa, detta Coré, era una donna molto affascinante. Dalle fotografie conservate al Vittoriale ci guarda con i suoi occhi intensi, le labbra strette, le mani appoggiate al volto in una posa volutamente misteriosa. È lei la protagonista di Dans l’ivresse, il manoscritto di Gabriele d’Annunzio acquisito dalla Biblioteca cantonale di Lugano nel 1985, in cui si narra di una figura di cera con le fattezze di Coré che prende vita, dopo un viaggio tra allucinazione e mistero. Il manoscritto autografo è composto da trenta carte rilegate in similpelle dorata, reca la data del 1913 ed è legato agli anni francesi di d’Annunzio.
Il testo fu pubblicato molti anni dopo nel Libro segreto (1935), con diverse modifiche, soprattutto nella seconda parte. Numerosi i punti di interesse del manoscritto: lo stile inconfondibile del Vate, l’utilizzo di un francese con echi arcaici, il rapporto con l’occulto, da cui d’Annunzio e la marchesa erano attratti.
Nella ricorrenza dei centocinquant’anni dalla nascita del poeta, viene per la prima volta riprodotto in volume il manoscritto originale, di particolare pregio per la sua grafia facile da leggere, per la cura dell’impaginazione, per la limpidezza del tratto.
Il documento è completato da saggi di approfondimento di Giordano Bruno Guerri, Gerardo Rigozzi, Raffaella Castagnola e Luca Saltini, che, oltre a darne trascrizione e analisi delle varianti, raccontano la storia del manoscritto e il contesto in cui nacque, approfondendo il tema dell’occulto.


Rassegna stampa

  • La marchesa che stupiva anticipando le mode («Corriere del Ticino», settembre 2013)


  • Recensione su «Legger...ti» (numero 25, dicembre 2013)